come comprare bitcoin

Quando si parla di criptovalute non si può non parlare di Bitcoin. E quando si parla di come comprare Bitcoin, non si può non scoprire tutto quello che devi sapere nella nostra esclusiva guida che, passo dopo passo, ti condurrà a comprendere come guadagnare con Bitcoin in modo consapevole e con la giusta valutazione dei rischi a cui puoi andare in contro.

Considerato che non ci piacciono le scorciatoie, né le false promesse, nel nostro approfondimento odierno troverai tutta la verità su:

  • come guadagnare con Bitcoin
  • perché comprare Bitcoin non è la stessa cosa di fare trading con Bitcoin
  • quale sia il modo più conveniente per comprare Bitcoin
  • e molto altro ancora.

Pertanto, se vuoi saperne di più su questi argomenti sempre più discussi, ti consigliamo di prenderti qualche minuto del tuo tempo e leggere con attenzione i prossimi paragrafi.

Prima ancora, però, ti suggeriamo di fare una piccola cosa che ti tornerà molto utile nei prossimi minuti: aprire qui un conto demo gratis su eToro. Ma perché?

Il conto demo di eToro è uno strumento identico alla piattaforma di trading reale del broker, con la differenza che ad essere utilizzati non saranno i tuoi soldi, bensì un plafond di denaro virtuale che eToro mette a disposizione di tutti i suoi clienti che desiderano allenarsi un po’ prima di fare trading con denaro vero.

Prova a pensare al conto demo di eToro come se fosse una palestra in cui fare del training!

Con questo strumento sarai anche in grado di mettere subito in pratica le nostre indicazioni, abbinando la teoria alla pratica.

Non ci resta che iniziare!

Cos’è Bitcoin e come funziona

Non possiamo non cominciare questo approfondimento senza una breve introduzione su cosa sia Bitcoin e come funzioni.

Anche se si tratta della criptovaluta più famosa al mondo, infatti, sono ancora molti gli investitori che approcciano a questo asset senza avere una piena consapevolezza di cosa si tratti e, di conseguenza, impiegando i propri soldi senza la giusta cognizione di causa.

Sebbene l’obiettivo della nostra guida odierna non sia certo quello di parlare in modo dettagliato del funzionamento tecnico di Bitcoin, è indispensabile capire che Bitcoin è la prima criptovaluta mai creata: nata nel 2009 su impulso di uno o più utenti noti con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, ha come sua principale particolarità il fatto che non c’è una banca centrale che la regoli.

Insomma, a differenza di una valuta fiat come l’euro o il dollaro USA, Bitcoin si poggia su una rete di nodi, hardware che gestiscono Bitcoin in modo distribuito e decentralizzato. Inoltre, Bitcoin si regge sulla presenza di una crittografia piuttosto forte, al fine di rendere sicure le transazioni.

Tutto chiaro? Forse, no!

D’altronde, anche se Bitcoin è sulla bocca di tutti da diversi anni stiamo pur sempre parlando di un asset di recente generazione e, come tale, poco digeribile agli occhi di tutte quelle persone che non hanno una dimestichezza con la nuova finanza decentralizzata.

Per rendere le cose più semplici, immaginiamo Bitcoin come una moneta digitale le cui operazioni di emissione e scambio sono registrate su una blockchain, una catena a blocchi decentralizzata che si regge su un meccanismo di proof-of-work, ovvero sull’attiva partecipazione della community, che mette a disposizione la propria potenza hardware per sostenere l’algoritmo risolvendo complicati calcoli informatici.

Ogni volta che un Bitcoin viene scambiato, l’operazione viene registrata sulla “catena”, alla quale viene aggiunto un blocco non modificabile né stornabile. Questa caratteristica rende certe le transazioni su Bitcoin, impedendo frodi, duplicazioni e altri malintesi che potrebbero rendere poco efficace la fruizione di questo sistema.

A proposito di malintesi, da un punto di vista terminologico Bitcoin (con la B maiuscola) è il nome che si riferisce alla blockchain, la tecnologia su cui si poggia la criptovaluta.

Quando si parla di criptovaluta bisognerebbe invece parlare di bitcoin (con la b minuscola).

Considerato che oggi giorno questa differenza si è fatta sempre più flebile, ci riferiremo a entrambi i concetti nello stesso modo.

come comprare bitcoin
Bitcoin è la prima criptovaluta mai creata: è nata nel 2009 con un paper a firma di Satoshi Nakamoto. (Immagine solo a scopo illustrativo)

Dove comprare Bitcoin

Se, come milioni di persone al mondo, desideri partecipare all’ecosistema criptovalutario, probabilmente ti sei già domandato dove comprare Bitcoin.

La prima risposta dinanzi a tale quesito potrebbe portarti dinanzi a un exchange, una borsa valori digitale che ha come funzione principale proprio quella di consentire lo scambio tra valuta fiat e valuta digitale, o tra una valuta digitale e un’altra.

Nel mondo esistono molti autorevoli exchange che potrebbero fare al caso tuo. Pensa, per esempio, a Binance. o, ancora, a Coinbase, giusto per citare i più celebri.

Tuttavia, sempre più persone stanno comprendendo che il modo migliore per comprare Bitcoin è quello di usare un broker CFD, soprattutto se si ha intenzione di sfruttare le potenzialità di investimento di Bitcoin, e non il suo utilizzo come strumento di pagamento.

Investire su Bitcoin con un broker CFD non ti permetterà infatti di entrare in possesso di BTC, bensì di essere titolare di un contratto con il broker, il cui valore è collegato rigidamente al valore della criptovaluta.

Come sopra, il valore del CFD su Bitcoin salirà se crescerà il prezzo di BTC, e scenderà se diminuirà il prezzo di BTC.

Possiamo ora immaginare cosa tu stia pensando. Ovvero, perché dovrebbe essere più conveniente investire in Bitcoin con un broker CFD, piuttosto che comprare Bitcoin?

Bitcoin: come guadagnare con i CFD

I motivi per cui dovresti trovare maggiore convenienza a investire in Bitcoin per guadagnare, piuttosto che comprare Bitcoin, sono numerosi.

Proviamo però a riassumere i principali per dare una visione più completa della panoramica che stiamo strutturando in queste righe.

In particolare, fare trading di Bitcoin con i CFD ti permetterà di:

  • non pagare commissioni per l’acquisto e la vendita di Bitcoin. Ricorda infatti che con i CFD non c’è un effettivo passaggio di valuta digitale, ma c’è solamente un rapporto tra te e il broker. Il broker generalmente non richiede alcun costo per l’apertura o la chiusura delle posizioni in CFD, poiché la sua remunerazione è legata allo spread, il differenziale tra i prezzi di acquisto e di vendita degli asset sottostanti;
  • investire in modo semplice ed efficace, evitando tutte le complessità tipiche del mondo degli exchange;
  • evitare i rischi derivanti dal possesso delle criptovalute, come ad esempio il pericolo che gli asset siano sottratti o smarriti.

I benefici non sono però finiti qui, e riguardano le specifiche caratteristiche dei CFD.

Questi contratti, infatti, ti permetteranno di guadagnare con Bitcoin in modo versatile e flessibile, considerato che potrai fare trading in qualsiasi direzione di prezzo e con valori anche più grandi rispetto a quelli del tuo effettivo portafoglio.

I CFD ti consentiranno dunque di cercare il guadagno di Bitcoin sia in caso di mercato crescente che in caso di mercato decrescente.

La cosa che rileva, ai tuoi occhi, non è infatti che Bitcoin cresca di valore. Quel che è importante è che tu preveda correttamente quale sarà il futuro dei prezzi di Bitcoin, permettendoti in questo modo di guadagnare anche nel caso in cui Bitcoin perda terreno.

Inoltre, i broker CFD ti consentono, entro certi limiti, di investire in leva finanziaria: si tratta di un meccanismo di moltiplicazione, una sorta di lente di ingrandimento che ti permetterà di amplificare i tuoi profitti, a parità di capitale movimentato.

Ti consigliamo comunque di non investire in leva finanziaria nelle tue prime fasi di esplorazione del mondo del trading, poiché si tratta di uno strumento ad alto rischio.

Insomma, se non hai in mente di utilizzare Bitcoin come strumento di pagamento di beni e servizi, ma vuoi solo investire in modo più o meno speculativo su questa criptovaluta, è il trading di CFD Bitcoin la soluzione che ti consigliamo di percorrere.

dove comprare bitcoin
Comprare Bitcoin con un CFD è la soluzione più efficace e pratica. (Immagine solo a scopo illustrativo)

Comprare Bitcoin con eToro: la nostra guida esclusiva

Nelle scorse righe abbiamo cercato di presentare Bitcoin e capire come comprare Bitcoin, sottolineando la differenza tra il trading Bitcoin, o investimento, e il possesso diretto della criptovaluta.

Se siamo riusciti a incuriosirti un po’ con il trading CFD Bitcoin, non ci rimane che fare un altro passo in avanti e illustrarti il miglior broker per investire in Bitcoin, eToro.

Nei prossimi secondi di lettura scoprirai infatti come aprire un conto di trading gratis con questo operatore, come puoi investire in Bitcoin con la sua piattaforma e, addirittura, come investire in criptovalute anche se non hai una perfetta conoscenza di questo settore.

Ciò chiarito, se non sei già cliente di eToro la prima cosa che devi fare è aprire un conto di investimento.

Non aver paura: la procedura è veloce, gratuita e ricca di supporti che ti permetteranno di completarla in pochi minuti. Se poi dovessi aver bisogno di un’assistenza, contattaci: ti guideremo passo dopo passo al completamento di questa transazione.

(Immagine solo a scopo illustrativo)
  • Inserisci nome utente, e-mail e password;
(Immagine solo a scopo illustrativo)
  • Metti i segni di spunta sull’accettazione dei termini e delle condizioni e sull’informativa sulla privacy e sui cookie;
  • Vai nella tua casella di posta elettronica e clicca sul link di verifica che eToro ti ha mandato.

Se preferisci rendere ancora più snella la procedura di iscrizione a eToro puoi cliccare sul pulsante di Google o Facebook per collegare al broker i tuoi profili e ridurre in questo modo i passaggi successivi.

In ogni caso, una volta cliccato sul link di verifica ti troverai davanti la piattaforma di trading di eToro e… potrai già iniziare ad utilizzarla!

Per usare il conto demo di eToro non sono infatti necessari ulteriori passaggi, ed è proprio per questo motivo che ti consigliamo di seguire il percorso sopra tracciato il prima possibile.

Una volta che avrai avuto accesso al conto demo di eToro, infatti, potrai utilizzare la piattaforma in tutte le sue funzionalità informative e dispositive, allenandoti per tutto il tempo che preferisci prima di passare al trading reale.

Ricorda che, anche quando starai facendo trading reale, con i tuoi fondi, in qualsiasi momento potrai passare al trading virtuale cliccando il pulsante relativo nella parte sinistra del menù, dove trovi Passa a virtuale.

(Immagine solo a scopo illustrativo)

Completare il profilo di eToro e comprare Bitcoin

Immaginiamo invece che, dopo un po’ di tempo alle prese con le funzioni di eToro e dopo aver testato la sostenibilità della tua strategia, tu abbia intenzione di investire con i tuoi capitali.

Per far ciò dovrai completare la registrazione con qualche dato in più (non temere, anche in questo caso parliamo di pochi e semplici passaggi).

  • Clicca su Completa profilo nel menù a sinistra;
  • Effettua una ricarica del saldo del conto di investimento cliccando su Deposita fondi;
  • Scegli gli strumenti di pagamento che preferisci e conferma l’operazione.

Ti ricordiamo che il trasferimento di denaro da portafogli elettronici e da carte di pagamento avviene in tempo reale. Se invece preferisci effettuare un trasferimento di denaro tramite bonifici dovrai pazientare qualche giorno lavorativo.

Investire in Bitcoin con eToro

Qualsiasi sia il tuo regime di operatività (demo/reale), per investire in Bitcoin con eToro devi:

  • Digitare BTC (o Bitcoin) nella barra di ricerca che trovi in alto nella piattaforma di trading;
(Immagine solo a scopo illustrativo)
  • Cliccare sull’asset BTC/Bitcoin;
(Immagine solo a scopo illustrativo)
  • Prendere tutte le informazioni più utili da questa nuova schermata, al fine di ribadire la tua intenzione di investire in questo asset;
  • Cliccare su Investi, che trovi nella parte destra dello schermo;
(Immagine solo a scopo illustrativo)
  • Scegliere se intendi investire al rialzo (Acquista) o al ribasso (Vendi), a seconda che tu ritenga che i prezzi di Bitcoin saliranno o scenderanno;
  • Inserire l’importo dell’investimento in valuta fiat (dollari USA) o cliccare su Unità e inserire il numero di BTC (o frazioni di BTC) che vuoi vendere o comprare;
  • Cliccare sul tasto di conferma che trovi in basso.

Fatto ciò, eToro aprirà subito la posizione che hai richiesto, che potrai naturalmente monitorare e gestire. Ma come fare?

È molto semplice!

Clicca su Portafoglio, che trovi sempre nel menù a sinistra.

(Immagine solo a scopo illustrativo)

Fatto ciò, vedrai tutte le posizioni che hai aperto e che sono in essere. Considerato che questa dovrebbe essere la prima operazione che fai con eToro, ovviamente la schermata non comprenderà altre attività che quella che hai appena inaugurato.

Come tutte le altre pagine che compongono la piattaforma di eToro, anche questa potrà essere facilmente oggetto di personalizzazione. Ti basterà scegliere quali colonne valorizzare, e quali escludere.

Ti consigliamo comunque di includere sempre alcune informazioni base, come il controvalore investito, il risultato netto maturato, e così via.

È sempre da questa schermata, inoltre, che tu potrai scegliere di estinguere la posizione. Farlo – guarda un po’! – è semplicissimo.

Premi sul tasto della rotellina e clicca su Chiudi.

(Immagine solo a scopo illustrativo)

Quindi, clicca sulla X che apparirà sulla destra

(Immagine solo a scopo illustrativo)

Conferma la decisione cliccando su Chiudi la transazione. Se lo preferisci, puoi anche effettuare una chiusura parziale, determinando l’estinzione di una parte della posizione. Come puoi immaginare, dovrai cliccare su Chiudi parte della transazione e poi indicare l’importo da estinguere.

Complimenti, hai appena aperto e chiuso la tua prima operazione con Bitcoin!

Comprare Bitcoin con PayPal

Dal momento dal suo sbarco in Italia eToro ha sempre dimostrato una grande attenzione nei confronti dei propri clienti. E questo vale, si intende, anche per gli strumenti di pagamento che ti consentirà di utilizzare per trasferire del denaro al tuo conto di trading.

Se dunque vuoi comprare Bitcoin con PayPal potrai pur sempre farlo attraverso eToro, selezionando questo portafoglio elettronico nella schermata del Deposito fondi del broker (vedi sopra).

Ricordiamo che il deposito di fondi su eToro con PayPal avviene in tempo reale: il portafoglio elettronico è infatti in grado di effettuare un giroconto sul saldo del conto di trading in pochi istanti, permettendoti di operare fin da subito con i nuovi soldi così movimentati.

Per farlo, devi:

  • Cliccare su Deposita fondi nel menù a sinistra;
  • Selezionare PayPal come strumento di pagamento;
  • Attendere il redirect sul sito di PayPal e completare la transazione.

Cogliamo naturalmente l’occasione per ricordarti che questa operazione di ricarica fondi, così come quelle effettuate con altri strumenti transazionali, sono realizzabili solamente se hai completato il profilo.

È per questo motivo che, dopo aver aperto il conto di trading e dato un’occhiata alla sua versione demo, ti suggeriamo di completare il profilo il prima possibile!

Comprare Bitcoin con PostePay e carte prepagate

A proposito di strumenti di pagamento utilizzabili per trasferire denaro sul conto di trading, molti lettori ci domandano se sia possibile comprare Bitcoin con PostePay o se sia possibile comprare Bitcoin con carte prepagate.

La risposta è generalmente positiva, in entrambi i casi.

eToro ha infatti da tempo aperto la possibilità di ricaricare il saldo del proprio conto di trading utilizzando tutti i principali strumenti transazionali, come le carte prepagate che operano su circuiti Visa, Visa Electron, Mastercard o Maestro.

Pertanto, se ti stai domandando se sia possibile comprare Bitcoin con PostePay e comprare Bitcoin con prepagate, ti invitiamo a farlo, eventualmente controllando prima sul sito ufficiale di eToro, nella sezione delle guide, l’elenco aggiornato degli strumenti transazionali ammessi.

Comprare bitcoin
Tutto quello che devi sapere su come comprare Bitcoin grazie alla nostra guida! (Immagine solo a scopo illustrativo)

FAQ Comprare Bitcoin

Concludiamo la nostra guida su come comprare Bitcoin rispondendo ad alcune delle domande più frequenti.

Si possono comprare Bitcoin in contanti?

Si, puoi comprare Bitcoin in contanti attraverso alcuni ATM, particolari bancomat che ti permetteranno di effettuare delle operazioni di cambio di valuta fiat in BTC. Si tratta tuttavia di operazioni che ti consigliamo, perché sono molto costose e, soprattutto, simili dispositivi sono ancora una rarità nel nostro Paese.

Posso comprare Bitcoin anche se non ho conoscenze finanziarie?

eToro consente a tutta la sua clientela di comprare Bitcoin anche senza approfondite conoscenze finanziarie, sfruttando il copytrading, una particolare funzione che ti permetterà di copiare quel che fanno gli utenti più esperti del broker, in modo automatico e senza costi!

È possibile comprare Bitcoin in tabaccheria?

Puoi comprare Bitcoin in tabaccheria disponendo da tali punti vendita dei bonifici al tuo conto su eToro o su altra piattaforma (es. con Banca5).

Puoi comprare Bitcoin in banca?

Le banche italiane stanno aprendo gradualmente al mondo Bitcoin ma, al momento, è quasi impossibile comprare Bitcoin in banca. Quel che puoi fare è invece disporre un bonifico bancario al tuo conto su eToro: in due o tre giorni lavorativi la somma sarà valorizzata sul tuo saldo, permettendoti poi di procedere con il successivo investimento in Bitcoin.

Come comprare Bitcoin anonimamente?

Bitcoin è un asset anonimo, perché non è possibile risalire immediatamente all’autore delle transazioni. Tuttavia, comprare Bitcoin anonimamente è oggi quasi impossibile, se intendi farlo in modo legale! Le piattaforme di trading o di exchange richiedono infatti una registrazione con profilo della verifica e di conoscenza del cliente che impedisce utilizzi fraudolenti.

Come comprare Bitcoin istantaneamente?

Come abbiamo visto quando abbiamo parlato di eToro, è possibile comprare Bitcoin istantaneamente attraverso la usa piattaforma utilizzando uno strumento di pagamento come i portafogli elettronici e le carte di pagamento Visa e Mastercard.

Si possono comprare Bitcoin senza commissioni?

Il modo migliore per comprare Bitcoin senza commissioni è certamente quello di utilizzare un broker CFD. Come abbiamo ricordato in apertura di questo approfondimento, i broker CFD non percepiscono spese o costi, perché non ci sono effettivi passaggi di BTC nel tuo portafoglio. L’unica remunerazione del broker è rappresentata dallo spread, la differenza tra i prezzi di acquisto e di vendita.

Comprare Bitcoin conviene?

Comprare Bitcoin oggi conviene perché ti permetterà di prendere posizione in un settore sempre più florido, entrando dalla porta principale. Bitcoin è di gran lunga la criptovaluta più conosciuta, utilizzata e capitalizzata al mondo, e le previsioni prezzo Bitcoin per i prossimi anni suggeriscono che sarà sempre più utilizzata.

Prezzo Bitcoin in tempo reale?

Per conoscere il prezzo Bitcoin in tempo reale ti conviene dare uno sguardo alle piattaforme di trading dei migliori broker come eToro (è sufficiente aprire un conto demo, non è necessario completare la registrazione).

Ricorda però che non esiste un prezzo unico di Bitcoin, e che ogni operatore può dunque scegliere di impostare un proprio prezzo. I valori tendono comunque a convergere verso un valore mediano.

Ti ricordiamo anche se per Bitcoin su eToro troverai due prezzi, uno per comprare Bitcoin e uno per vendere Bitcoin, con il primo che risulterà essere maggiore del secondo (la differenza è lo spread!).

 

disclaimer etoro