uniswap

Uniswap è una piattaforma di scambio di criptovalute, decentralizzata e automatizzata (DEX). Funziona sulla rete di Ethereum e ha un token nativo per la governance chiamato UNI.

A differenza degli exchange centralizzati di criptovalute come Binance o Coinbase, il protocollo Uniswap utilizza contratti intelligenti per permettere la realizzazione di transazioni e scambi di criptovalute. Uniswap è peraltro stato uno dei primi DEX a creare un protocollo di liquidità automatizzato che potesse facilitare gli scambi con particolare efficacia.

Ebbene, un simile progetto – come vedremo nelle prossime righe – non può che catturare la nostra attenzione.

Per condividere tutte le informazioni in nostro possesso su questo progetto, e per stimolare una maggiore consapevolezza su UNI, abbiamo scelto di creare una guida su come comprare Uniswap che ti permetterà di comprendere:

  • Cos’è Uniswap e come funziona
  • Dove puoi comprare Uniswap
  • Come comprare Uniswap nel modo più conveniente
  • Quali sono le previsioni su UNI.

Insomma, una guida passo dopo passo per scoprire cosa devi fare con Uniswap per sfruttarne tutte le potenzialità.

Se vuoi saperne di più, ti consigliamo dunque di leggere con attenzione le righe che seguono.

Prima, però, accertati di avere un conto di trading demo da utilizzare per sfruttare tutti gli spunti di seguito proposti.

E, se non dovessi averne uno, o se ne dovessi cercare uno migliore, procedi ad aprire un conto gratis con eToro (qui, sul sito ufficiale).

Così facendo, potrai sfruttare tutti i potenti servizi che questo operatore ti propone, in modo pratico e sicuro.

Cos’è Uniswap?

Uniswap è un protocollo software open-source costruito sulla blockchain di Ethereum che consente agli investitori di effettuare scambi automatici di criptovalute. Ciò che rende Uniswap unico è che permette agli utenti di scambiare criptovalute direttamente tra loro senza intermediari, utilizzando un protocollo di liquidità automatizzato piuttosto che la struttura standard del libro degli ordini per acquirenti e venditori.

I pool automatizzati di Uniswap servono inoltre a risolvere il problema della liquidità comune negli scambi centralizzati, e che a volte impediscono la pronta ed efficace realizzazione delle operazioni.

In molti scambi centralizzati, infatti, la possibilità di realizzare le operazioni alle condizioni desiderate dipendono dall’avere abbastanza volume per soddisfare le esigenze di acquirenti e venditori.

Con Uniswap, invece, gli utenti sono incentivati a mettere in comune i loro fondi in un unico bacino a cui, teoricamente, ogni trader può attingere per completare una transazione. E poiché i trader possono comprare e vendere molti tipi diversi di criptovalute, ogni token che sarà presente su Uniswap disporrà del proprio specifico fondo di liquidità. I prezzi dei token qui negoziabili saranno determinati dai contratti intelligenti.

In aggiunta a ciò, ricordiamo che le persone che scelgono di mettere in comune i loro soldi (i fornitori di liquidità, o LP) sono ricompensati con token in percentuale alle risorse stanziate per le finalità di cui sopra.

Trading decentralizzato di Uniswap: come e perché funziona?

Come forse sai già se hai letto i nostri focus sul tema, la maggior parte delle criptovalute sono ancora scambiate su exchange centralizzati, come Binance e Coinbase, due esempi molto importanti di piattaforme di scambio di token.

Ma quali sono le differenze con il trading decentralizzato di Uniswap?

Iniziamo con il rammentare che gli scambi centralizzati come Coinbase e Binance sono dalla società che possiede la piattaforma e molto spesso si basano su un sistema tradizionale di registro degli ordini per il trading. Inoltre, gli utenti che intendono partecipare all’utilizzo di tali piattaforme non possono far altro che porre i propri fondi sotto l’effettivo controllo della piattaforma, consegnando così le chiavi private per scambiare criptovalute.

Effettivamente, tutto ciò non può che andare contro il concetto di decentralizzazione, che è fondamentale per la nascita della criptovaluta stessa.

Per definizione, la maggior parte delle criptovalute sono a tutti gli effetti decentralizzate, nel senso che non sono create o gestite da una banca, un governo o un’altra autorità centrale, ma sono di libera circolazione e autodisciplina nella community di riferimento.

Le criptovalute sono di fatti costruite su blockchain, una tecnologia a libro mastro distribuito che è supportato da una serie di computer indipendenti in tutto il mondo, i nodi. Ogni nodo traccia e coordina le transazioni su ogni piattaforma di criptovalute (Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Dogecoin, Uniswap e altre ancora), che vengono poi aggiunte alla blockchain in ordine cronologico. E poiché la verifica delle transazioni è decentralizzata, nel modo di cui sopra, si crea un sistema di controlli ed equilibri all’interno della piattaforma che rende ogni criptovaluta una sorta di asset autogovernato.

Considerata la natura decentralizzata della maggior parte delle criptovalute, ha senso che molti utenti desiderino confermarla attraverso exchange decentralizzati come Uniswap, piuttosto che attraverso exchange centralizzati come Coinbase e Binance.

come comprare uniswap
Cos’è Uniswap, come comprare UNI e tutto quello che devi sapere per investire sul progetto! (Immagine a solo scopo illustrativo)

Quando è nata Uniswap: storia e nascita

La piattaforma Uniswap è stata creata nel 2018 dallo sviluppatore Hayden Adams. Il progetto è stato costruito su blockchain Ethereum, ed è nato dall’impulso di condurre i market maker automatici di Ethereum in un contesto di maggiore scala, consentendone l’accesso a più utenti. Uniswap è anche compatibile con tutti i token ERC-20, lo standard utilizzato per la creazione di contratti intelligenti su Ethereum.

All’interno di Uniswap si aggira il suo token nativo di governance, UNI, il cui possesso consente agli utenti di votare sulle nuove modifiche proposte alla piattaforma.

UNI è stato creato nel settembre 2020 come incentivo che potesse convincere gli utenti a rimanere sulla piattaforma Uniswap invece di migrare a piattaforme alternative e, in particolar modo, a SushiSwap, nato come fork di Uniswap e divenuto oggi uno dei principali concorrenti.

Un mese prima del rilascio del token UNI, SushiSwap aveva di fatti incoraggiato gli utenti di Uniswap a passare a SushiSwap premiando quelli che lo facevano con i token SUSHI, un nuovo tipo di token di governance che avrebbe dato agli utenti una parte delle commissioni di transazione generate dalla piattaforma.

In frettolosa risposta a questo sviluppo, Uniswap scelse poi di creare 1 miliardo di token UNI e distribuire 150 milioni di questi token a tutti coloro che avevano precedentemente utilizzato la piattaforma. Ogni individuo ricevette così 400 token Uniswap.

Come funziona Uniswap?

Come molte piattaforme di trading digitale, Uniswap facilita l’acquisto e la vendita di criptovalute utilizzando contratti intelligenti. E come alcune altre reti di criptovalute, Uniswap è decentralizzata.

Ora, poiché Uniswap permette agli utenti di scambiare direttamente criptovalute tra loro, il programma Uniswap promuove la velocità e l’affidabilità del sistema. E per conservare tale livello elevato di efficienza, la piattaforma si basa su un protocollo di liquidità automatizzato. Ma di cosa si tratta?

In sintesi (il nostro obiettivo odierno non è quello di scendere in eccessivi tecnicismi), il protocollo di liquidità automatizzato è un algoritmo di market-making automatizzato in cui un pool di liquidità crea i propri token, ognuno dei quali consiste di due token ERC-20 di riserva.

L’esclusiva struttura ERC-20 “2×1” di Uniswap permette a chiunque possieda token Ethereum di agire come fornitore di liquidità per un pool di liquidità Uniswap. Per farlo, tutto quello che gli utenti devono fare è acquistare i token del pool di liquidità.

Ora, considerato che questi token consistono in realtà di due token ERC-20 di riserva, agiranno anche come market maker automatici e potranno consentire scambi più ampi e veloci. Sebbene questi scambi avvengano senza un intermediario formale, come invece avverrebbe in caso di exchange centralizzato, Uniswap addebita una piccola commissione che contribuisce ad alimentare il suo pool di riserva e che serve come strumento di pagamento ai fornitori di liquidità.

Cos’è UNI, il token Uniswap?

Uniswap ha la propria forma di criptovaluta, UNI. Il successo della sua piattaforma decentralizzata ha fatto si che in breve tempo UNI potesse diventare una delle valute digitali di maggiore successo e, ad oggi, tra le prime 30 risorse per capitalizzazione di mercato.

UNI gioca un ruolo chiave nella rete Uniswap. I possessori di UNI possono infatti votare le proposte sullo sviluppo del protocollo software e del suo ecosistema. E chiunque voglia presentare una proposta sui cambiamenti alla rete Uniswap deve possedere almeno l’1% della fornitura totale di UNI.

Al momento del lancio, UNI era disponibile solo per i trader che erano stati coinvolti nel mantenimento dei pool di liquidità Uniswap, con il 60% della fornitura originale UNI assegnata a questi utenti.  Oggi le cose sono molto diverse, perché chiunque può acquistare il token UNI utilizzando una piattaforma centralizzata o decentralizzata.

Ci sono alcuni modi principali per utilizzare il token Uniswap:

  • speculare su UNI per ottenere profitti, con i trader che cercano di comprare a basso prezzo e rivendere a un prezzo maggiore, in una data successiva;
  • decidere come si sviluppa la piattaforma Uniswap. UNI è un token di governance, consentendo così agli utenti di avere voce in capitolo nelle decisioni della piattaforma.

Insomma, alcuni investitori di criptovalute guardano a Uniswap come a un modo per guadagnare. Ci sono peraltro alcuni grandi fornitori di liquidità che investono passivamente le loro attività nel pool di liquidità per guadagnare commissioni di trading.

E ci sono anche alcuni utenti di Uniswap che stanno costruendo un vero e proprio business come market maker, usando Uniswap e altri software, e sviluppando personalizzati per tracciare le loro posizioni su diverse criptovalute.

Allo stesso tempo, gli sviluppatori di software e altri imprenditori stanno usando UNI per sviluppare nuove strategie di liquidità o, ancora, usando UNI come garanzia. Inoltre, anche gli speculatori usano Uniswap per scambiare token usando i suoi pool di liquidità.

Tornando all’elenco puntato di cui sopra, è evidente che tali finalità ti indurranno a scegliere un diverso operatore per comprare UNI.

Se infatti il tuo obiettivo è quello di comprare UNI perché vuoi votare sulle decisioni di governance, allora dovrai utilizzare un exchange per entrare in effettivo possesso dei token.

Ma se il tuo obiettivo – come quello della stragrande maggioranza dei nostri lettori – è quello di speculare su UNI, andando a caccia di un profitto derivante dalla corretta previsione del cambiamento dei suoi prezzi, allora non puoi scegliere un’altra strada: quella di un broker CFD come eToro (sito ufficiale).

Comprare le criptovalute con un broker CFD: perché conviene?

I motivi per cui dovresti comprare le criptovalute con un broker CFD piuttosto che scegliere un exchange sono davvero numerosi.

Proviamo però a riassumerli:

Comprare eToro Perché conviene
Costi eToro non percepisce commissioni per le operazioni sulle criptovalute. Non ci sono dunque spese di apertura o di chiusura delle posizioni, perché l’unica forma di remunerazione per il broker è rappresentata dallo spread, il differenziale tra i prezzi di acquisto e di vendita.
Facilità Fare trading di criptovalute come UNI su eToro è molto semplice, perché basterà utilizzare la sua piattaforma di investimento in maniera intuitiva e professionale. Come vedremo, in pochi istanti riuscirai a condurre in porto il tuo primo trade.
Flessibilità Con eToro puoi guadagnare investendo in entrambe le direzioni. Contrariamente a quanto potresti fare acquistando effettivamente la criptovaluta, infatti, ciò che rileva è prevedere correttamente il futuro andamento dei prezzi di UNI. Potrai dunque guadagnare anche se il prezzo di UNI dovesse scendere.
Varietà Oltre che sulle criptovalute, con la piattaforma di trading di eToro potrai investire anche su migliaia di diversi asset finanziari. In questo modo potrai evitare di dover cercare altre piattaforme per investire in altri prodotti, rendendo questo broker il tuo unico partner per ogni forma di investimento.
Conoscenze I broker CFD come eToro ti permettono di investire sui mercati finanziari anche se non hai grandissime conoscenze finanziarie. Con il servizio gratuito di copytrading, ad esempio, ti basterà individuare alcuni trader esperti della community di eToro e dichiarare al broker la tua intenzione di copiarli automaticamente.

Insomma, come hai avuto modo di vedere dalla breve tabella di cui sopra, con eToro puoi mettere a frutto ogni tua strategia di investimento sulle criptovalute con il percorso più conveniente.

Ma come puoi aprire un conto gratis su eToro? Quali sono i passaggi che dovrai effettuare?

Come aprire un conto di trading GRATIS su eToro

L’apertura di un conto di trading con eToro è gratis e semplice. E, come tale, probabilmente non avrai nemmeno necessità di una guida come quella che trovi in questo paragrafo per arrivare a condurre in porto la corretta registrazione del tuo primo conto di trading.

Tuttavia, per metterti al riparo da qualsiasi perplessità, ti consigliamo comunque di leggere le righe che seguono: ti permetteranno di aprire un conto di investimento in pochissimi istanti, senza rischi e senza intoppi.

In primo luogo, vai sul sito ufficiale di eToro, qui.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Clicca su Iscriviti subito, che trovi nella parte alta e destra della pagina principale e di qualsiasi altra videata che trovi nello stesso sito.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Inserisci il nome utente, l’indirizzo di posta elettronica e una password. Le credenziali potranno essere modificate in qualsiasi momento accedendo al tuo account in un secondo momento, qualora tu voglia cambiarle.

Metti quindi i segni di spunta dove richiesto (termini e condizioni, privacy e cookie) e clicca su Crea account.

Se poi desideri velocizzare ancora di più la procedura di accensione del conto, ti ricordiamo che puoi collegare le tue credenziali Google e Facebook.

In ogni caso, dovresti ricevere un messaggio di posta elettronica dal broker, contenente un link che dovrai cliccare per confermare l’apertura dell’account.

Se non dovessi aver ricevuto alcuna e-mail dopo pochi minuti, prova a controllare tra lo Spam o effettua nuovamente l’operazione.

Fatto quanto sopra, potrai già utilizzare il conto di trading di eToro in modalità demo e allenarti per tutto il tempo che desideri nella piattaforma virtuale, in condizioni di grande sicurezza e praticità.

Tuttavia, non potrai ancora investire con denaro reale.

Per far ciò, devi completare la registrazione del conto di trading. Nel menù a sinistra:

  • clicca su Completa il profilo
  • inserisci i dati che il broker ti richiede, come quelli personali e di contatto
  • carica una copia dei tuoi documenti di identità in corso di validità
  • vai su Deposita fondi
  • scegli uno strumento di pagamento che intendi utilizzare per le operazioni di trasferimento di denaro sul conto di trading di eToro
  • indica quanto capitale intendi trasferire
  • conferma l’operazione.

Se hai scelto uno strumento come le carte di debito e di credito, o PayPal, l’operazione di accredito delle somme dovrebbe avvenire in tempo reale. In caso di bonifici bancari, invece, dovrai attendere 2-3 giorni lavorativi.

Come comprare UNI con eToro: guida passo dopo passo

Per il momento accontentiamoci però di comprare UNI con eToro in modalità virtuale, potendo in tal modo impratichirci per tutto il tempo che desideriamo senza alcun effetto sui nostri portafogli reali.

Per fare ciò clicca su Passa a virtuale, che trovi nel menù a sinistra della pagina, e conferma l’intenzione cliccando su Passa al portafoglio virtuale.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Così facendo avrai la sicurezza che tutte le operazioni che effettuerai da questo momento in poi avranno impatto sul solo plafond di denaro virtuale che eToro ti mette a disposizione, e non sul tuo conto reale.

In ogni caso, sappi che le informazioni che dovresti seguire per comprare UNI con capitali reali sono le stesse del conto demo. Dunque, potrai usare le indicazioni che trovi da ora in poi in entrambi i casi.

Ora, per comprare Uniswap con eToro nel conto demo, scrivi Uniswap o UNI nel campo di ricerca che trovi nella parte alta della pagina, o nella sezione Mercati, che puoi attivare nella parte sinistra della pagina.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Fatto ciò, clicca su Uniswap e consulta la pagina che ti verrà presentata dal broker, e che contiene tantissime informazioni utili per orientare in modo ancora più dedicato il tuo trade: dalle informazioni sul progetto alle opinioni della community, dagli strumenti di analisi tecnica agli indicatori grafici, potrai certamente sfruttare tutte le risorse che qui eToro ti mette a disposizione per arrivare a effettuare operazioni in modo ancora più consapevole.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Quindi, se sei convinto di investire su questo progetto, clicca su Investi, che trovi nella parte destra della pagina.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Indica al broker:

  • se vuoi investire al rialzo (Acquista) o al ribasso (Vendi)
  • scegli l’importo che desideri investire, in valuta fiat (dollari) o unità di criptovalute
  • conferma l’operazione cliccando sul pulsante che trovi in basso.

Superata questa fase, eToro impiegherà pochi istanti per utilizzare i tuoi soldi per l’acquisto o la vendita della valuta digitale e la valorizzerà all’interno del tuo portafoglio.

Per verificarlo, clicca su Portafoglio sul menù a sinistra.

(Immagine a solo scopo illustrativo)

Qui potrai scorgere in maniera sintetica tutte le informazioni principali sui trade che hai aperto, come il valore medio di acquisto o di vendita, il controvalore attuale, il profitto o la perdita maturata, e così via.

Se vuoi gestire ogni trade, clicca sulla rotellina che trovi nella parte destra, nella riga corrispondente.

Potrai dunque:

  • aprire una nuova posizione sullo stesso sottostante
  • chiudere l’operazione indicata
  • scrivere sulla tua bacheca che cosa ne pensi sull’operazione che hai realizzato
  • visualizzare il grafico e usare gli strumenti di analisi tecnica.

Se vuoi chiudere il trade, clicca su Chiudi.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

Quindi, clicca ancora sulla X rossa che apparirà.

come comprare uniswap
(Immagine a solo scopo illustrativo)

A questo punto, indica al broker se vuoi chiudere tutta l’operazione o solo una parte di essa.

Conferma la scelta cliccando sul pulsante in basso. In pochi istanti eToro effettuerà l’ordine impartito e, di conseguenza, riaccrediterà il controvalore sul tuo saldo del conto di trading.

Previsioni Uniswap: comprare o vendere UNI?

Le altcoin sono generalmente considerate come investimenti speculativi con un alto livello di rischio. Infatti, ci sono pochi altri investimenti disponibili per la persona media che comportano una volatilità maggiore di questa.

Naturalmente, questo non dovrebbe tenerti lontano dalla possibilità di investire in UNI (anzi). L’importante è, semmai, cercare di comprendere quali siano le caratteristiche di questa modalità di impiego, e valutare se sia compatibile con la tua strategia.

Ciò premesso, le prospettive di crescita di UNI sono particolarmente incoraggianti e, dunque, tutto lascia intendere che le cose si svilupperanno in modo positivo per questo progetto.

Se vuoi saperne di più puoi naturalmente contattarci o lasciare un commento!

 

disclaimer etoro