Quando si parla di banche che hanno aperto a vario titolo al mondo delle criptovalute, Banca Sella occupa certamente un ruolo di rilievo. L’istituto di credito è infatti un vero e proprio pioniere delle valute digitali, essendo entrato a più riprese e con diverse funzioni nell’ecosistema di Bitcoin & co.

Trading di criptovalute Banca Sella

La prima apertura di Banca Sella al mondo delle criptovalute è avvenuta nel 2018, quando l’istituto di credito annunciò che le sue tre piattaforme online (Tol Investor, Sella X Trading e Sella Extreme) erano aperte alla borsa di Stoccolma. Ma che cosa significava?

Con l’apertura delle piattaforme al mercato Nasdaq Omx di Stoccolma è stato possibile investire tramite ETN (Exchange Traded Notes) che replicano l’andamento di criptovalute come Bitcoin e Ethereum. Gli investitori potevano così investire sulla borsa scandinavo nel mercato azionario domestico tradizionale e in criptovalute.

Banca Sella e la partnership con CONIO

Un altro passo in avanti compiuto da Banca Sella nel mondo delle criptovalute si è poi realizzato qualche anno dopo, con l’istituto di credito che ha stretto una partnership con l’azienda CONIO al fine di attivare per i propri correntisti la possibilità di avere un conto deposito in Bitcoin, reso disponibile a 1,2 milioni di clienti del gruppo.

Nel dettaglio, tutti i clienti che hanno in Banca Sella un prodotto della serie Hype, Hype Plus, Hype Premium, avranno ora nell’app del cellulare la possibilità di acquistare, vendere o scambiare BTC, oltre che tenerli nel proprio deposito. La banca agisce come intermediario per la compravendita e, in cambio di una commissione, permette dunque agli utenti di evitare l’acquisto delle criptovalute mediante exchange o altri strumenti.

Banca Sella e Young Platform

A proposito del ruolo di Banca Sella nell’ecosistema criptovalutario, rileviamo anche come la società abbia partecipato a un investimento in Young Platform, una piattaforma italiana di exchange a cui hanno aderito anche Azimut (che ha guidato questo round di investimento) e United Venture (già investitore nella stessa startup).

Ricordiamo che, fondata nel 2018 da alcuni ex studenti di informatica dell’Università di Torino, Young Platform è una startup fintech per la compravendita di criptovalute che, oltre a un exchange, promuove un’attività di formazione e di divulgazione sulla blockchain e sul mondo crypto mediante la propria app.

Comprare criptovalute su Banca Sella

Come abbiamo visto nelle scorse righe, gli ingressi di Banca Sella nel mondo delle criptovalute sono stati numerosi e, in buona parte dei casi, anche piuttosto innovativi. L’istituto di credito ha infatti puntato con convinzione su questo comparto in tempi non sospetti, ritagliandosi un ruolo di rilievo.

Insomma, una conferma della propensione di Banca Sella al mondo crypto e blockchain, da cui dovrebbero arrivare numerose novità nel prossimo futuro!