Con i prezzi del petrolio che continuano a fluttuare, alcuni si chiedono se le criptovalute siano un investimento migliore. In questo articolo cercheremo di condividere insieme alcune differenze tra le due alternative e vedremo quale – tra petrolio e criptovalute – potrebbe essere la scelta migliore per voi.

Cos’è il petrolio e cos’è la criptovaluta

Prima di comprendere quale sia l’opzione migliore riepiloghiamo come il petrolio sia una delle materie prime più importanti, un liquido che si trova nella crosta terrestre e che viene utilizzato in innumerevoli settori e, soprattutto, per generare energia.

Le criptovalute sono invece degli asset digitali utilizzabili anche come strumento di pagamento, che utilizzano la crittografia per proteggere le transazioni e per impedire agli utenti di spendere la stessa moneta più di una volta. Si tratta pertanto di un bene digitale o virtuale progettato per funzionare come mezzo di scambio che utilizza la crittografia per proteggere le transazioni e controllare la creazione di nuove unità. Tipicamente decentralizzate e non sono soggette al controllo di governi o istituzioni finanziarie, la prima e più nota criptovaluta è il Bitcoin, creata nel 2009.

Dunque, in apparenza petrolio e criptovalute hanno ben poco in comune. Tuttavia, sono entrambe utilizzabili per i propri investimenti finanziari, essendo “merci” negoziabili sia in modo diretto che in modo indiretto mediante i CFD e altri strumenti derivati.

Petrolio e criptovalute: quale investimento preferire?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché la migliore strategia di investimento per petrolio e criptovalute varia a seconda delle circostanze individuali.

Tuttavia, alcuni consigli per la scelta di una strategia di investimento in petrolio o criptovalute potrebbero includere una valutazione attenta dei rischi e dei benefici di ciascuna opzione di investimento prima di prendere una decisione.

Peraltro, niente esclude un investimento contemporaneo: alcuni investitori ritengono infatti che il petrolio e le criptovalute siano entrambi un buon investimento perché hanno recentemente offerto rendimenti potenziali superiori a quelli di attività tradizionali come le azioni o le obbligazioni.

Tuttavia, è sempre opportuno rammentare che i rendimenti pregressi non sono certamente attendibili per stimare quelli futuri e che l’investimento in petrolio e criptovalute comporta anche dei rischi, tra cui la possibilità che i prezzi diminuiscano significativamente in caso di crollo del mercato.

In definitiva, anche in questo caso non possiamo non rammentare quanto sia importante considerare tutti i fattori coinvolti nella decisione di investire in petrolio o criptovalute prima di effettuare un acquisto.

Traiamo le conclusioni: petrolio o crypto?

Insomma, in conclusione, non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché le preferenze degli investitori in relazione al petrolio e alle criptovalute variano a seconda delle circostanze individuali.

Tuttavia, alcuni consigli su come trarre il massimo dall’investimento sia nel petrolio che nelle criptovalute sono:

  • tenere d’occhio i movimenti del mercato globale
  • fare ricerche approfondite sui potenziali investimenti prima di prendere una decisione
  • mantenere una visione positiva anche quando i prezzi sono in calo, in quanto ciò può spesso portare a maggiori rendimenti nel lungo periodo.

Buon investimento!