Il volume delle criptovalute è una metrica che mostra la quantità di valuta scambiata in un determinato periodo. Può essere utilizzato per misurare l’interesse generale per le criptovalute e per identificare potenziali opportunità di investimento.

Che cos’è il volume delle criptovalute?

Il volume delle criptovalute è un indicatore chiave da tenere d’occhio quando si valuta un asset digitale. È di fatti il valore totale di tutte le criptovalute scambiate in un determinato giorno, utile come indicatore della domanda e, in quanto tale, come fornitore di indicazioni su quali asset digitali potrebbero subire un aumento o una diminuzione del valore.

Per capire come viene calcolato il volume delle criptovalute, è importante comprendere i diversi tipi di transazioni che avvengono su una rete blockchain. Le transazioni che accadono quando due parti si scambiano criptovalute per beni e servizi sono considerate “transazioni sulla blockchain”. Le transazioni che avvengono quando una parte scambia criptovalute con altri beni digitali, come token o monete, sono considerate “transazioni fuori dalla blockchain”.

Ebbene, il volume delle criptovalute può essere calcolato in diverso modo. Per esempio, per storicizzare un dato sterilizzandolo da un picco improvviso quotidiano si può prendere il valore totale di tutte le transazioni avvenute in un determinato periodo (un mese) e dividendo tale valore per il numero totale di giorni del mese. Ad esempio, se nel mese di aprile ci sono state 3.000 transazioni per un valore 300 milioni di dollari, considerando che i giorni di aprile sono stati solo 30, il volume di criptovalute per il mese è stato di 10 milioni di dollari giornalieri.

Niente vieta, naturalmente, di fare una rilevazione puntuale, giorno per giorno.

Il volume delle singole criptovalute

Come intuibile, se è possibile calcolare il volume di scambio di tutte le criptovalute sul mercato, è anche possibile calcolare il volume di scambio giornaliero (o di periodo) di una singola criptovaluta.

Ci sono peraltro alcuni siti internet, come coinmarketcap.com, che forniscono queste utili statistiche con aggiornamento quasi in tempo reale, permettendo a tutti gli investitori di farsi un’idea di quello che può capitare all’interno del mercato criptovalutario in termini di volumi di negoziazione.

In conclusione, non possiamo non evidenziare come il volume delle criptovalute sia una metrica utilizzata per monitorare la performance complessiva di una valuta digitale, misurando il numero di transazioni eseguite sulla blockchain di una moneta in un determinato periodo di tempo e fornendo un’indicazione della liquidità della moneta.

Le criptovalute con volumi elevati tendono a essere più liquide e hanno un maggiore potenziale di apprezzamento dei prezzi. Quelle con minori volumi sono generalmente più volatili e possono aprire le porte e maggiori rischi di liquidità e, dunque, di impossibilità di smobilizzare il proprio investimento.