I wallet per criptovalute sono dei portafogli in cui puoi riporre le chiavi private delle tue valute digitali. Considerato che non c’è una tipologia di wallet che sia necessariamente migliore di tutte le altre, vediamo insieme quali sono le diverse opzioni e i pro e i contro di ciascuna.

Wallet exchange online

Molti exchange di criptovalute online permettono agli utenti di conservare le loro criptovalute con i wallet che forniscono. Muoversi in questa direzione significa che invece di avere a che fare con chiavi private crittografiche, gli utenti sono in grado di accedere all’exchange con un nome utente e una password. Un’esperienza d’uso sicuramente meno “traumatica” per i nuovi arrivati nella crittografia.

Memorizzare la crittografia in un exchange significa in altri termini che gli utenti non vedranno la loro chiave privata, che sarà conservata per conto loro dall’operatore. Evidentemente, questo ha implicazioni critiche per la sicurezza: chiunque detiene la chiave privata ha effettivamente il pieno controllo su tutta la crittografia a cui è associata! Insomma, prova a pensare alla chiave privata come se fosse denaro contante: chi la detiene, la possiede.

Ciò premesso, quando gli utenti immagazzinano criptovalute sul wallet su un exchange, stanno delegando la responsabilità della loro chiave privata all’operatore. Ci sono dei vantaggi nel fare questo: gli exchange offrono il recupero nel caso in cui un utente perda o dimentichi la sua password, cosa che non è possibile se gli utenti detengono la propria chiave privata.

Tuttavia, consegnare il controllo della propria chiave privata ad un exchange di criptovalute online comporta diversi rischi: l’exchange potrebbe potenzialmente congelare il portafoglio, o potrebbe subire una violazione della sicurezza, come accaduto Mt. Gox. Ogni volta che un utente non possiede la propria chiave privata, dunque, questi rischi tipici delle terze parti devono essere presi in considerazione. Per queste ragioni, non è consigliabile tenere un valore sostanziale su un portafoglio di un exchange di criptovalute online.

Wallet desktop

I wallet desktop sono software che girano su un personal computer. Permettono agli utenti di visualizzare le loro criptovalute e controllare la propria chiave privata senza fare affidamento su un exchange di terze parti.

Gli sviluppatori dei vari crypto token hanno creato i loro desktop wallet, che puoi scaricare gratuitamente. Alcuni esempi includono:

  • Bitcoin: Bitcoin Core Wallet
  • Ethereum: Portafoglio Ethereum
  • Litecoin: Litecoin-QT

Inoltre, altre aziende hanno sviluppato portafogli desktop multi-crypto, offrendo la comodità di mostrare agli utenti il loro intero wallet cripto piuttosto che avere bisogno di wallet desktop separati per ciascuno dei vari token che possiedono.

Ci sono dozzine di wallet desktop con vari gradi di sicurezza e sofisticazione. Ma, in ogni caso, è sempre bene premettere una parola di avvertimento: prima di usare un wallet desktop per conservare criptovalute di valore, è essenziale assicurarsi che il software non contenga alcun malware.

Purtroppo, potresti non avere il know-how tecnico per fare questa valutazione da solo. Quindi, il modo migliore per essere sicuri della sicurezza di un wallet desktop è quello di utilizzare solo quelli che i token crypto hanno ufficialmente approvato: i loro team di sviluppatori verificano infatti in modo indipendente la sicurezza dei wallet e ne controllano le vulnerabilità. Meglio usare questi!

Wallet mobile

I wallet mobili sono simili ai wallet desktop, con la differenza che a loro si accede attraverso un dispositivo mobile invece che mediante un personal computer.

Lo spazio di memoria più limitato di un dispositivo mobile significa che i wallet di questa categoria sono più piccoli e più semplici dei wallet desktop. I wallet mobili sono dunque particolarmente convenienti per fare transazioni in un negozio utilizzando un codice QR: assicurati però di applicare le stesse considerazioni sulla sicurezza menzionate nel paragrafo sui wallet desktop prima di utilizzarne uno.

Wallet digitale

Uno modo semplice e sicuro per custodire le proprie criptovalute è quello di creare un file con la chiave privata scritta al suo interno e memorizzarlo su una chiavetta USB o un computer non connesso a Internet. Per sicurezza, tieni quel dispositivo protetto da password, e rendi anche il file protetto da password. Poi, crea dei backup di questo file su qualche altro dispositivo sicuro.

Purtroppo, le chiavi saranno irrimediabilmente perse se sono memorizzate su un solo dispositivo e non si può più avere accesso a questo…

Paper wallet

Un’altra opzione semplice e sicura è quella prendere una penna e scrivere la chiave privata alla vecchia maniera: su un pezzo di carta! Una volta fatto questo, è essenziale assicurarsi che quel pezzo di carta sia tenuto in un posto estremamente sicuro, come una cassetta di sicurezza. Se una persona malintenzionata dovesse entrare in possesso della chiave privata, potrebbe trasferire la criptovaluta al proprio indirizzo.

Questa scelta elimina la possibilità di un problema elettronico, ma è molto meno sicura nel caso in cui qualcuno scopra il pezzo di carta. L’archiviazione elettronica con protezione tramite password fornisce invece un ulteriore livello di sicurezza nel caso in cui qualcuno rubi il dispositivo, mentre se qualcuno entra in possesso della carta, la chiave privata è proprio lì, nero su bianco, a disposizione degli altri.

Wallet hardware

Chiudiamo infine con l’opzione dei wallet hardware. Questi particolari portafogli digitali assomigliano a un dispositivo USB e si inseriscono nella porta di un computer desktop. Hanno un prezzo molto contenuto (oggi se ne trovano di validi anche a meno di 100 euro) e rappresentano la soluzione migliore per lo stoccaggio di criptovalute a lungo termine. Chiunque venga a possedere quantità significative di cripto dovrebbe investire in un portafoglio hardware di alta qualità!